Iscriviti alle news

Cerca nel blog

venerdì 18 settembre 2020

Cobellini poco fortunato in finale


 Un po’ di rammarico c’e’ in casa Cobellini non tanto per la prestazione ma per il risultato maturato a Siena in occasione della tappa italiana del campionato Aci Csai. Cristian; presente sul tracciato toscano nella classe KZN Junior sotto le insegne del team GM Kart; si e’ ben comportato nelle batterie che fin da subito hanno animato la competizione come dimostrano i progressi in corso d’opera, arrivando al nono posto assoluto in qualifica, confermato nella Pre Finale (che ha anticipato la finalissima), con un warm up da secondo tempo assoluto. La partenza nella finalissima; dove erano presenti oltre 30 piloti;  ha condizionato la prova del pilota di Concordia, rimasto invischiato nel traffico tanto da transitare 15esimo al primo giro ,posizione mantenuta fino alla bandiera a  scacchi dopo 20 giri e tempi che potevano collocarlo tranquillamente in top ten. La prestazione c’e’ stata e’ mancata un po’ do fortuna per portare a casa un risultato importante in questa prima uscita dopo una lunga sosta da parte del rider modenese.

Daniele Scagnetti padrone di Varano, podio per Berselli al debutto, il team Nico Racing mette le mani sul titolo


 Un fine settimana intenso per i numerosi centauri che sono scesi in pista al Riccardo Paletti di Varano de Melegari per la prima tappa del Trofeo Motoestate. In evidenza Daniele Scagnetti che in sella alla propria KTM domina la classe Supermono dimostrando ancora una volta di essere un pilota veloce che conosce bene il tracciato che considera di casa. Due manche di dieci giri ciascuna, due secondi posti assoluti al termine della prova vincitore della propria categoria, sfiorando la vittoria assoluta nella seconda manche. Quarto posto per Simone Saltarelli nella classe 600 vinta in maniera agevole dalla wild card “mondiale” Kevin Manfredi. Il pilota modenese in forza al team Green Speed prosegue l’adeguamento alle nuove coperture Dunlop (da poco adottate) e verosimilmente sara’ presente a tutte le restanti prove nel MES oltre a concludere il National Trophy. Terzo posto in gara due per Guido Berselli impregnato nella categoria che ha visto Moto4 e 125 affrontarsi. Alla prima gara della stagione il piu’ giovane dei fratelli Berselli nonche’ fondatore del team Motolife chiude terzo nella 125 Open gara 2 sulla distanza di dieci giri, rimediando al ritiro nella prima manche dove aveva percorso piu’ di meta’ gara.

Il Nico Racing Team torna da Magione con la consapevolezza di essere un riferimento per il campionato 2T italian GP padroneggiando la tappa umbra. La struttura di Fiorano Modenese  domina letteralmente la classe riservata ai motori 250 due tempi con una tripletta in gara 1 e la vittoria di gara 2. Mattatore del fine settimana umbro Jarno Ronzoni che in sella alla Aprilia 250 ha vinto gara 1 e gara 2 (con best lap) consolidandosi come leader indiscusso della categoria, precedendo nella prima manche i compagni di team Nicola Laurenzi e Giuseppe Michelotto, quest’ultimo rimasto giu’ dal podio in gara 2. Top ten per Luciano Valla (Asd Brake Off) in sella alla Yamaha 250, identico risultato per Vanni Righi su Honda 250. Sesto al traguardo Fausto Ricco (Honda 125) in gara 1 mentre in gara 2 e’ costretto a fermarsi nel corso del 14esimo passaggio sui 15 di gara.


sabato 12 settembre 2020

Maira Zanotti ed Elena Fiocco, due predestinate nel rally


 

Il debutto con una vettura da rally (anche se con motore di serie) e’ sempre una bella emozione , a maggior ragione se chi guida e’ nata nel 2004 e chi naviga ha un anno in meno (31 anni in due) . Stiamo parlando dello slalom di Polinago che ha visto esordire un equipaggio femminile alla prima esperienza assoluta con una Opel Corsa GSI 16v con circa 80 Cv, motore di serie e cambio sequenziale. In abitacolo due figlie d’arte, la conduttrice Maira Zanotti da Castelvetro, il cui padre Mauro corre dal 1983 nei rally navigato per quasi un decennio dalla moglie Luciana Lugli e la navigatrice veronese Elena Fiocco, figlia di Davide (con un palmares di tutto rispetto) e Anna Dusi, piede pesante e vincitrice del Trofeo Tre Regioni. Un progetto nato dalle due famiglie per incentivare i giovani a questa disciplina pur con le limitazioni del caso dovute all’assenza di patente. Le due ragazze si sono divertire nell’affrontare le tre manche di gara migliorando ad ogni passaggio pur commettendo alcune sbavature. Al termine della manifestazione arriva un quarto posto  fra le vetture di cilindrata 1600 e prime fra gli equipaggi femminili, ma soprattutto ma soprattutto un esperienza indimenticabile che questo fine settimana replicano a Montefiorino per un altro slalom. Alcune modifiche alla vettura, ma soprattutto i genitori di Elena come apripista , in mezzo le due ragazze ed a chiudere il “trenino” Mauro e la moglie Luciana.




 

venerdì 11 settembre 2020

fine settimana senza fortuna per i centauri modenesi impegnati ad Imola

Il terz’ultimo appuntamento con il Campionato italiano Velcoita’ non ha sorriso ai centauri e team modenesi presenti al Dino ed Enzo Ferrari di Imola. Nel National Trophy classe 600  il pilota del team E.d.a.r.d.  Roberto Farinelli perde la vetta della classifica generale ad un round dalla fine nonostante il terzo posto conquistato sabato in gara 1, fatale gara 2 dove rimane giu’ dal podio ed ora insegue dovendo recuperare 13 lunghezze. Simone Saltarelli (Green Speed) recupera nelle due gara quello perso in qualifica dove partiva fuori dalla top ten. Il giovane rider modenese dimostra determinazione e chiude in ottava e settima posizione le due manche disputate fra sabato e domenica con le nuove coperture Dunlop, settimo in classifica generale. Bandiera a scacchi anche per Stefano Valla che centra la 14esima posizione sabato mentre domenica non va’ oltre la 16esima dopo diversi sorpassi e controsorpassi, un buon debutto sotto le insegne del team Vieri Racing. Fine settimana da dimenticare per Samuele Santi (Bucci moto Factory) che ad Imola e’ incappato nella peggior prova della stagione dove tutto ha girato storto. Due cadute nella giornata di venerdi (brutte ma senza conseguenze), 11 giri nella Q2 che gli hanno permesso di fare il tempo per qualificarsi per le manche di sabato e domenica. Due gare da dimenticare, nella prima chiude intorno alla ventesima posizione dopo aver peso il gruppo a causa della caduta di chi lo precedeva, domenica parte molto bene ma un problema elettrico lo costringe a tornare ai box subito. Ora e’ atteso dalle due manche finali di Valellunga, altro tracciato nuovo per il giovane di Piumazzo.

 

Walter Farina vince al Mugello e resta in lotta per il titolo

Nel Trofeo Amatori classe 600 base c’e’ un binomio di Fiorano Modenese che e’ in lotta per la vittoria assoluta. Walter Farina in sella alla Yamaha R6 curata dal ASD Nico Racing Team occupa la terza posizione in classifica generale (ed anche fra i piloti Under 30) quando mancano due manche al termine ed un unico appuntamento previsto il fine settimana del 19-20 settembre al Mugello. Il tracciato toscano (che ha ospitato il secondo round a fine agosto) ha visto la prima vittoria stagionale del pilota modenese che e’ salito sul gradino piu’ alto del podio in occasione della seconda manche disputata domenica partendo dalla pole position e rifilando tre secondi agli avversari. Nella manche precedente, una sbavatura non gli aveva permesso di lottare per il vertice della classifica, chiude in nona posizione nonostante il best la p di gara . La vittoria in terra toscana , il podio di Misano Adriatico (secondo al traguardo)  ed i due quinti posti fra gli Under 30 pongono Farina in terza posizione in entrambe le classifiche con davanti due insidiosi centauri che come lui lottano per entrambe le classifiche. Decisivo per l’assegnazione del trofeo l’ultimo round in terra toscana dove sara’ lotta per la vittoria finale, Walter deve assolutamente migliorare le prestazioni in gara 1, dove sia in Romagna che in Toscana ha sempre faticato centrando la top ten assoluta nonostante ottime prestazioni nelle prove libere ed in quelle ufficiali.


sabato 5 settembre 2020

il team PMA Motosport centra la prima vittoria in stagione, out Imperiale Racing

 Nel fine settimana targato Aci Sport di scena ad Imola, il team PMA Motosport raccoglie la prima vittoria ufficiale di questo particolare 2020 nel TCR grazie a Felice Jelmini, primo nella manche del sabato. Che il giovane pilota lombardo fosse forte si era visto anche nelle due precedenti uscite, dove solamente il dopo gara aveva privato il team di Sorbara della vittoria di Misano Adriatico a seguito della esclusione per irregolarita’ tecniche della Huyndai I30 numero 44.  Nel sabato bolognese tutto e’ andato per il meglio e Jelmini dopo aver dominato libere e qualifiche sale meritatamente sul gradino piu’ alto del podio nonostante due safety car che avevano ricompattato il gruppo e messo in discussione (per solo mezzo giro) la leadership del numero 44 del team di Sorbara. In gara 2 ha mettersi in luce e’ il macedone Sefanovski (wild card sotto il tendone PMA Motosport) che chiude sul gradino piu’ basso del podio dopo una gara dove non sono mancate le sportellate riscattando il ritiro del giorno precedente, ottavo al traguardo Jelmini che sale al quarto posto in classifica generale in attesa dell’appello presentato agli organizzatori.

Al Mugello, dura solamente otto minuti la prova endurance del team Imperiale Racing che vede la propria Huracan nella sabbia a seguito di un errore da parte del pilota Galbiati, vanificata la seconda posizione ottenuta in qualifica che faceva ben sperare per la gara di tre ore. Ad Imola domina la F488, la vettura di Rovera, Roda e Fuoco vince la gara PRO GT3 siglando anche il best lap dopo la pole position, terza assoluta ma prima fra le vetture Gt Pro-Am la F488 di Easy Race condotta da Hudspeth, Michelotto e  Greco.